H.M.S. Prince (1670). Sezione – H.M.S. Prince (1670). Section

La H.M.S. Prince fu varata nel 1670 come vascello di prima classe o nave di linea. Equipaggiata con 100 cannoni di vario calibro, prese parte alla guerra anglo-olandese e a numerose battaglie e scaramucce combattute tra la flotta britannica e quella francese durante la Guerra dei Sette Anni. Ricostruita e modificata nel corso del XVIII secolo, la nave fu definitivamente demolita nel 1813. Questa sezione poppiera è stata eseguita su piani di costruzione Amati (per la struttura e la parte esterna), approssimativamente in scala 1:64 e misura cm 50 (lungh.) x 63 (alt.) x 22 (largh.).

H.M.S. Prince was launched in 1670 as a first-class man-of-war or ship of the line. Armed with 100 guns of diverse calibre, she took part in the Anglo-Dutch war and in a number of battles and skirmishes fought between the British and French fleets during the Seven Years War. Being reconstructed and modified over the eighteenth century, the ship was definitively disbanded in 1813. The present stern section is based on Amati construction plans (for the structure and external side) and its scale is about 1:64. The model is about cm 50 (length) x 63 (heigth) x 22 (width).

 

Vista generale – Overview

Costruire un modello in sezione è un’impresa entusiasmante. Richiede un certo grado di esperienza, molta pazienza, buona organizzazione e un chiaro piano di lavoro con scadenze e una precisa tempistica. Potete visitare la pagina “In costruzione” su questo sito, per farvi un’idea del carico di lavoro necessario per costruire un modello simile. Ciononostante, il risultato può essere stupefacente e di sicuro gratificante.

To build a ship section is an exhilarating endeavour. It requires a certain degree of experience, a great deal of patience, good organisation and a clear work-plan with schedules and precise timing. You can visit the page “Under construction” in this website to have an idea of the load of work required for building such a model. Nonetheless, the result can be astonishing and sure enough rewarding.

H.M.S. Prince - Starboard bulwark
H.M.S. Prince – Starboard
H.M.S. Prince - Port open view
H.M.S. Prince – The section from port

Qui sotto si vede un esempio di doppio fasciame; un primo piano dei portelli dei cannoni e la scala di murata con la porta d’ingresso alla nave.

You can see below a sample of double planking; an up-close image of the gun ports; and the bulwark stair with the main doorway to the ship.

 

Lo specchio di poppa – The stern

La H.M.S. Prince era una grande nave e il suo aspetto esteriore doveva corrispondere alla sua potenza, dignità e al suo prestigio. Perciò lo scafo era riccamente decorato con sculture, statue e rilievi, molti dei quali dipinti in oro brillante.

H.M.S. Prince was a huge ship and her outlook must match her power, dignity, and prestige. For this reason, the hull was richly decorated with sculptures, statues, and carvings, many of which painted in glittering gold.

H.M.S. Prince - The stern
H.M.S. Prince – The stern

Lo stemma reale, le due statue e la piccola decorazione tra le finestre sono appliques di metallo pressofuso dipinto. Il fregio in alto è intagliato a mano nel legno e dipinto in oro.

The Royal Arms, the two statues and the small decoration between the windows consist of cast-metal painted appliques. The fringe on the top of the stern is hand-carved in wood and painted in gold.

 

Le cabine a bovindo – The bow window cabins

Una tipica struttura architettonica delle navi da guerra dell’età moderna era la loro tendenza a diventare ripide a poppa, per consentire agli ufficiali e al capitano di godere di soffitti più alti. Al contempo, stringendosi lo scafo a poppa, si rendeva necessario trovare spazio per le loro cabine. Nel corso del XVI secolo e per la prima metà del XVII, la struttura più comune adottata per ovviare al problema consisteva in un ballatoio che correva lungo tutta la cabina di poppa. Questi ballatoi gradualmente vennero chiusi con delle finestre che permettevano alla luce di penetrare, diversamente dal resto della nave, dove la luce poteva passare soltanto attraverso i boccaporti o alcune piccole finestre aperte nelle murate. Infine i ballatoi furono trasformati in strutture aggettanti, i bovindi, che permettevano di estendere le cabine oltre la murata.

One typical architectonic feature of early-modern man-of-wars was their tendency to grow steeper astern in order to provide the officers’s cabins with higher ceilings. At the same time, as far as the hull shrank astern, it was necessary to make space for the cabins. During the sixteenth century and the first half of the seventeenth, the most common structure used to deal with this problem consisted in a gallery that ran all around the stern . These galleries gradually were transformed into windowed corridors, which allowed the light in, unlike in the other areas of the ship, where the light could penetrate only through the hatchways or small windows in the bulwarks. The galleries were eventually transformed into bow windows.

H.M.S. Prince - The lounge
H.M.S. Prince – The bow windows

I bovindi erano riccamente decorati con sculture e dipinti in oro. Il fregio sull’apice è scolpito a mano, mentre i due supporti in forma di arpia sono in metallo pressofuso dipinto a olio.

The bow windows were richly decorated with sculptures and painted in gold. The fringe on the top is handmade and the two harpy-shaped supports are in cast-metal painted in oil.

Dalle finestre aperte nel bovindo e a poppa le cabine ricevevano la luce del giorno. Qui è possibile sbirciare nel salone attraverso le finestre e vedere una credenza fatta a mano.

The cabins received daylight through the bow windows of the lounge and astern. Here you can have a look inside the saloon through the window panes and see a handmade cupboard.

 

Alberi e manovre – Masts and riggings

Le vele erano il motore delle navi antiche. In questo modello ho inserito soltanto l’albero di maestra e quello di mezzana, tralasciando gli alberi superiori, le vele e le relative manovre.

Sail were the motor of ancient ships. In this model I built the mainmast and the mizzenmast only, leaving out the upper masts, the sails and their riggings.

 

I ponti superiori – Upper decks

I ponti superiori di questa nave erano costruiti su livelli differenti. Nelle navi da guerra del XVII secolo, specialmente quelle olandesi, i ponti di poppa erano così ripidi che era difficile tenervi la posizione eretta. Le navi britanniche avevano un profilo meno ripido e la H.M.S. Prince possedeva anche ponti piuttosto ampi, il che permetteva all’equipaggio di muoversi liberamente anche in combattimento.

The upper decks of this ship were built on different levels. In seventeenth-century man-of-wars, especially Dutch, the stern decks were so steep that it was even difficult to stand upon them. British ships had a less steep profile and H.M.S. Prince also possessed rather wide decks, which permitted the crew to move freely also in battle.

In questo modello soltanto il ponte di comando, il ponte di comando rialzato e la poppa sono completamente visibili.

In this model only the quarterdeck, the upper quarterdeck and the poop are completely visible.

Il ponte di comando rialzato e quello di poppa non ospitavano cannoni. Sul ponte di comando rialzato è visibile l’alloggiamento del timoniere. Sotto la poppa c’era un’ampia cabina.

The upper quarterdeck and the poop carried no guns. On the upper quarterdeck the helmsman’s case is visible. Beneath the poop there was a large cabin.

I ponti erano accessibili mediante scalinate. Le scale a chiocciola qui rappresentate sono state intagliate da un unico blocco di legno.

The decks were accessible through staircases. The winding stairs here depicted have been carved out of single block of wood.

 

I quartieri degli ufficiali – The Officers’ quarters

I quartieri degli ufficiali, inclusa la cabina del Comandante e il salone, si trovavano a poppa.

The Officers’ quarters, including the Captain’s cabin and the saloon, were located astern.

H.M.S. Prince - Officers' quarters
H.M.S. Prince – The Officers’ quarters
H.M.S. Prince - Poop cabin
H.M.S. Prince – The poop cabin

Sul ponte di comando c’erano le cabine del Primo e del Secondo Ufficiale, a destra e sinistra, e al di sotto c’erano la cabina del Capitano a destra e quella dell’Ufficiale al comando dei Marines a sinistra. La cabina del Capitano si trovava in fondo al ponte medio dei cannoni. Questo modello mostra soltanto le cabine dal lato di dritta.

The First and Second Officers’ cabins were on the left and right ends of the quarterdeck. The Captain’s cabin and that of the Marines Chief Officer occupied the right and left ends of the middle gun deck. This model shows starboard cabins only.

Più in basso, sul ponte principale di cannoni verso poppa, c’era il grande salone dove gli ufficiali consumavano i pasti e discutevano le strategie. Questi ambienti erano piuttosto spogli malgrado il rango degli uomini che li occupavano.

Down below, on the main gun deck astern, there was the large saloon where the officers ate their meals and discussed the strategies. These quarters were rather unadorned despite the rank of the men who occupied them.

 

I ponti inferiori dei cannoni – The lower gun decks

Le comodità non erano permesse su una nave da guerra. La potenza di fuoco veniva prima di ogni altra cosa. Disposti su quattro ponti, i cannoni variavano di calibro: quelli da 32 libbre erano alloggiati sui ponti principale e mediano; i cannoni da 24 e 14 erano sul ponte di coperta (anche detto “ponte del tempo” perché era scoperto tra il ponte di comando e il castello di prua); e quelli da 14 si trovavano infine sul ponte di comando. La facciata interna della murata sui ponti dei cannoni era dipinta di rosso. La leggenda vuole che fosse così per nascondere le macchie di sangue in battaglia.

No commodites were allowed on a man-of-war. Firepower came before anything else. Distributed on four decks, the guns varied in calibre: 32 pounders were lodged on the main and middle gun decks; 24 and 14 pounders were on the main deck (also called “weahter deck” because it was open between the quarterdeck to the forecastle); and 14 pounders were finally carried on the quarterdeck. The inside of the bulwark on gun decks was painted in red. The legend says that it was aimed at covering the blood stains in battle.

H.M.S. Prince - Front view of the gun decks
H.M.S. Prince – Front view of the gun decks

 I ponti dei cannoni erano ambienti bui e affollati. Il personale dei pezzi (un cannone da 32 libbre richiedeva 12 uomini per essere azionato) vivevano, mangiavano, giocavano a carte e dadi e perfino dormivano tra gli affusti, benché l’equipaggio dormisse nel castello di prua quando non era in servizio.

Gun decks were dark and crowdy environments. The gun-crews (a 32 pounder required 12 men to be operated) lived, ate, play cards and dices, and napped among the gun barrels, although the crew slept in the forecastle when they were not on duty.

 

La stiva – The hold

Al di sotto dei ponti dei cannoni la nave era carica di cibo, polvere, palle di cannone, legname, cordame e stoffa per le riparazioni, acqua, ruhm, bestiame, armi e olio. Una nave da guerra era una città galleggiante che portava centinaia di uomini, i quali non toccavano terra per settimane e dovevano affrontare tempeste, danni, perdite e epidemie.

Beneath the gun deck the ship was loaded with food, powder, cannon balls, wood, rope and linen for repairs, water, ruhm, livestock, medicaments, weapons, and oil. A man-of-war was a floating city carrying hundreds of men that did not touch land for weeks and had to face storms, damage, casualties, and epidemies.

H.M.S. Prince - Front view of the hold
H.M.S. Prince – Front view of the hold

La barra del timone attraversava la stiva a poppa.

The helm crossed the hold astern.

Infine, sul fondo dello scafo, delle grosse pietre fungevano da zavorra per il bilanciamento della nave in mare.

And finally, big stones were placed as ballast at the bottom of the hull to balance the ship at sea.

Advertisements

In costruzione – Under construction

Sezione del blog dedicata ai lavori in corso. Per domande, suggerimenti o commenti, scrivetemi!

This section of the blog is devoted to my work in progress. If you have enquiries, suggestions or comments, feel free to contact me!

Il modello che ho attualmente in costruzione è la sezione poppiera della H.M.S. Prince (1670, 100 cannoni). Per una sezione è consigliabile un modello di grande scala, per apprezzare al meglio i dettagli. Questo modello è approssimativamente in scala 1:64.

The model that I am at present building is the stern section of H.M.S. Prince (1670, 100 guns). For sections I advise to choose large-scale models, which permits to appreciate details. The scale of this model is approximately 1:64.

20170705_151006
H.M.S. Prince – construction plans

Facendo riferimento a piani di costruzione, ho anzitutto ritagliato le ordinate da un pannello di multistato di faggio. Tuttavia, consiglio di usare il legno massello per le ordinate e la chiglia, perché il risultato è migliore, più robusto e meno soggetto a deformarsi.

By referring to construction plans, I started by cutting the ribs from a beech plywood panel. However, I suggest to use solid wood for ribs and keel because the result is better, more solid and resilent to deformation.

20170705_151228
H.M.S. Prince – Cutting the ribs

 

20170706_092446
H.M.S. Prince – First layer of planking

 

Le ordinate vengono poi rivestite con doppio fasciame (mm 1×5 in tiglio e 0,5×5 in noce), sia sul lato esterno che su quello interno. Sulla murata sarà aperta la sagoma dei bovindi di cabina.

The ribs will be covered with a double layer of planking (mm 1×5 in lime wood and 0,5×5 in walnut) on both sides. On the bulwark you will cut open the shape of the cabins’ bow windows.

 

 

I colori della murata sono blu scuro per la parte superiore e bande giallo-nere sui ponti dei cannoni fino alla linea di galleggiamento. L’interno dei ponti dei cannoni è rosso. Aprire nella murata le feritoie dei cannoni, la porta d’accesso e le finestre.

The traditional colour of the bulwark is dark-blue for the upper part and yellow and black bands for the lower decks down to the water-line. The inner face of the gun-decks is red. Cut the square gun ports, the access portal and two or three windows.

 

Coprire la sezione della murata in corrispondenza della aperture con cartoncino rosso e applicare i portelli dei cannoni sulla murata esterna.

Cover the section of the bulwark in correspondence with the gun ports, door and windows with red thick paper. Insert the gun ports on the external face of the bulwark.

 

Sul fondo della stiva inferiore della ghiaia imita la zavorra.

Gravel at the bottom of the lower hold will imitate the ballast.

Pavimentare e arredare le stive. Dipingere la murata interna dei ponti dei cannoni in rosso.

Floor and furnish the holds. Paint the inner bulwark of the gun-decks in red.

H.M.S. Prince - Mid section of the holds
H.M.S. Prince – Mid section of the holds

Le finestre di murata sono realizzate in rete di metallo.

The bulwark windows are made of metal web.

H.M.S. Prince - Detail of the bulwark windows
H.M.S. Prince – Detail of the bulwark windows

Montare il timone in fondo alla chiglia e assicurare le manovre della barra sul ponte dei cannoni.

Apply the rudder at the rear of the keel and set the helm’s rigging on the gun deck.

Prototipo in legno del cannone da 32 libbre, che le navi di linea di prima classe della Royal Navy trasportavano sul ponte dei cannoni, cioè il ponte più basso e più ampio del vascello. Questo modellino è realizzato con 11 pezzi di legno lavorati a mano e due in ottone. Dimensioni del modello in mm: 40 (lunghezza) x 15 (larghezza) x 10 (altezza).

Prototype of a 32 Pounder, which first-rate ships of the line of the Royal Navy carried on the gun-deck, i.e. the lowest and broadest deck of the ship. This model consists of 11 hand-carved wooden pieces and two brass components. Dimensions in mm: 40 (length) x 15 (width) x 10 (height).

Dal prototipo al modello finale. Più robusto del prototipo, questo piccolo cannone è realizzato con 15 pezzi differenti. Dimensioni in mm: 40 (lungh.) x 14 (largh.) x 12 (alt.).

From the prototype to the final model. Stouter than the prototype, this small gun is made of 15 different pieces. Dimensions in mm: 40 (length) x 14 (width) x 12 (heigth).

I cannoni sono poi posizionati sul ponte in corrispondenza dei portelli, aperti per mezzo di un filo passante nella murata e fissato all’interno a un anello.

The guns are then positioned on the deck corresponding to the ports, kept open by means of a thread passing through the bulwark and fixed to a ring inside.

Sul medio ponte dei cannoni si apre il salone, lo spazio comune dove il capitano e i suoi ufficiali consumavano i pasti e discutevano le strategie. L’arredamento è minimo, la cura dei dettagli è essenziale.

On the mid gun-deck there was the saloon, the common room where the captain and his officers had their meals and discussed strategies. Furniture is minimal, the eye for details is essential.

 

Sul ponte superiore si trova la cabina del capitano, composta da un ampio spazio abitabile e dai quartieri privati, dove il comandante dormiva. La complessità del bovindo rappresenta una delle difficoltà maggiori di questo modello.

On the upper deck there is the Captain’s cabin, consisting of a large living room and private quarters, where teh Commanders had his rest. The complexity of the bow windows represents one of the major challenges of this model.

 

Il ponte superiore era in parte coperto (sotto il ponte di comando) e in parte esposto agli elementi, da cui derivava il nome di weather deck. Su questo ponte erano sistemati i cannoni di calibro minore. Qui è visibile la parete che delimita la zona coperta del ponte, sottostante al ponte di comando (in costruzione). La scala di accesso al ponte di comando è integliata in un unico blocco di legno.

The upper deck was partially covered (beneath the quarter-deck) and partially exposed to the elements, whence its nickname “weather deck”. Upon this deck found place the guns of small calibre. One can here see the wall delimitating the covered area beneath the quarter-deck (under construction). The stair to the quarter-deck has been carved into a block of solid wood.

Sotto il ponte di comando c’è ancora un ambiente da costruire, la cabina del Primo Ufficiale, uno spazio angusto dal soffitto che ritorna ad abbassarsi rispetto a quello della cabina del capitano, al piano inferiore. Appena fuori della cabina del Primo Ufficiale si trova l’alloggiamento del timoniere e la barra del timone. Sul cassero si scorge infine la botola del timoniere.

Beneath the quarter-deck there is another room to build, the First Officer’s cabin, a narrow space whose ceiling is lower than in the Captain’s cabin on the deck below. Just out of the First Officer’s cabin there are the helmsman’s post and the helm. Finally, on the poop-deck the helmsman’s pigeon-hole can be seen.

Costruite tutte le cabine, anche il bovindo può essere chiuso e rifinito. La cupola è costruita con listelli da 1×3 mm applicati su un telaio in legno.

Once all the cabins are built also the bow windows can be sealed and painted. The couple is built with 1×3 mm slats applied on a wooden frame.

H.M.S. Prince - General view from starboard
H.M.S. Prince – General view from starboard

La costruzione dello scafo è virtualmente completa, a parte qualche dettaglio di decorazione ancora mancante. Sui ponti sono stati montate in ultimo le balaustre, i mancorrenti delle scale e le rampe di accesso ai ponti superiori del cassero.

The construction of the hull is virtually completed, except for a number of decorative details still missing. On the decks, finally, balustrades, rails and stairs to the upper poop-deck have been applied.

Un ultimo intervento per concludere lo scafo: arredare e coprire il quartiere superiore di cassero, uno spazio non destinato a cabina. Qui è visibile il piede dell’asta della bandiera.

One last touch to finish the hull: furnishing and roofing the upper poop-deck quarter, a space that was not supposed to be used as a cabin. Here one can see the foot of the flag-pole.

H.M.S. Prince - Detail of poop cabin
H.M.S. Prince – Detail of poop cabin

Lo specchio di poppa dev’essere decorato secondo lo stile dell’epoca, ridondante e pomposo. E’ possibile acquistare le decorazioni in metallo pressofuso oppure ci si può ingegnare per produrle artigianalmente. Su questo modello i cintoni esterni dorati sono stati ricavati da listelli di legno intagliato e dipinto in oro. Qui si possono vedere dei fregi sullo specchio di poppa, ricavati da listelli di legno intagliati e dipinti.

The stern must be decorated in accordance with the style of the XVII century, which was rather grandiose and sumptuous. It is possible to buy the set of decoration in cast metal. Otherwise, one can try and find one’s own way to make handmade decorations. As for this model, the external golden bands have been carved in wood. Here one can see the stern fringes, made of carved and painted wood.

H.M.S. Prince - Detail of stern fringes
H.M.S. Prince – Detail of stern fringes

Finito lo scafo, è tempo di inserire gli alberi, che attraversando tutti i ponti fino alla chiglia, conferiscono stabilità all’intero modello.

Once the hull is completed it is time to insert the masts that, by crossing the decks down to the keel, strengthen and stabilise the whole model.

H.M.S. Prince - frontal view of the main mast
H.M.S. Prince – Frontal view with the main mast

Le finestre di murata e il tetto della cabina esterna sono rifiniti con listello di noce mm 1×1. Infine si costruisce la scala d’accesso principale.

The bulwark windows and the roof of the lounge are completed with a 1×1 mm walnut slat. Finally, the main entrance stair can be built.

Al centro dello specchio di poppa si colloca lo stemma reale, in questo caso realizzato con uno stampo in metallo pressofuso e dipinto a mano.

At the centre of the stern feature the royal arms. In this case the arms consist of a hand-painted plaque of cast metal.

H.M.S. Prince - Detail of the royal arms
H.M.S. Prince – Royal Arms

Finito il lavoro sullo scafo, si può passare a fissare gli alberi con le sartie. Le bigotte sono tagliate a mano da un tondino di 6 mm.

Once the work on the hull is done, one can move on to consolidate the masts by means of shrouds. The deadeyes are hand-cut from a 6 mm. wood slat.

Giunca cinese (XIX sec.) – Chinese junk (XIX century)

Ecco l’ultimo modello che ho realizzato, partendo da piani di costruzione incompleti e imprecisi che ho dovuto integrare con qualche modifica. Il modello è stato realizzato utilizzando una quantità ridotta di materiale che va dal noce al tiglio. Le dimensioni del modello sono circa 60 x 60 cm. Questo modello è dedicato a mio fratello Alessandro.

Here is my most recent model which I have built by using incomplete and not very precise construction plans, which I had to integrate with some changes. I have made the model by employing a small amount of material ranging from walnut to lime wood. The model is about 60 x 60 cm. This model is dedicated to my brother Alessandro.

20170616_110302
Giunca cinese – Chinese junk

Questo modello rappresenta una semplice barca da trasporto per brevi navigazioni in acque interne. La semplicità del soggetto mi ha indotto a puntare sulla cura dei dettagli per rendere l’oggetto più gradevole esteticamente. Per la decorazione ho utilizzato colori a olio.

This model represent a simple cargo boat used for short trips in internal waters. The basic nature of the subject convinced me to enhance the details in order to make this object aesthetically more appreciable. For the decoration I used oil colours.

La caratteristica di questo modello è il colore, incentrato sulle tinte calde del legno di noce e della pittura rossa, ma soprattutto delle vele, realizzate con carta di riso trattata con flatting trasparente.

The main characteristic of this model is colour, based on the warm tones of walnut and red painting, but above all of the sail made of rice paper treated with transparent flatting.

Infine ho aggiunto qualche dettaglio realistico per un piccolo battello mercantile: una cassa (fatta di listelli applicati su un cubetto di massello), un barilotto (ricavato da un unico blocchetto di massello) e un grande cesto di corda, realizzato con l’applicazione di refe di canapa su una struttura di legno.

Finally, I added some realistic detail for a small merchant vessel: a box (made of listing applied on a wooden block), a barrel (carved out of a wooden block) and a broad rope-basket, made by applying hemp thread around a wooden structure.

Sovereign of the Seas (1637)

sovereign-of-the-seas_2
Sovreign of the Seas

Galeone inglese del XVII secolo, varato nel 1637, sopravvissuto a battaglie e tempeste, fu distrutto in porto da un incendio nel 1696. Il modello è stato costruito tra il 2003 e il 2004 senza scatola di montaggio (a parte il set di decorazioni in ottone). Lungo 110 cm ca. e alto circa 119 cm, questo veliero è realizzato con doppio fasciame in acero e noce, compensato di tiglio, cartone, balsa, ottone e stoffa di cotone.

English Manofwar of the 17th century, built in 1637, survived to battles and storms, she was destroyed in harbour by a fire in 1696. This model was built between 2003 and 2004 without construction-kit (except for the set of decorations in brass). 110 cm long and 119 cm high, this model is double-planked (maple and walnut) and made with lime plywood, cardboard, balsa and cotton cloth.

sovereign-of-the-seas
Sovereign of the Seas

Armata con 106 cannoni di vario calibro, fu uno dei vascelli più potenti della sua epoca, ribattezzata dagli olandesi “Diavolo rosso”.

Armed with 106 guns of various calibre, she was one of the most powerful manofwars of her time, renamed by Dutch sailors the “Red devil”.

sovereign14
Sovereign of the Seas, velatura – Sails

Attrezzata con grandi vele quadre, gabbie, velacci e, verso la fine della sua vita anche controvelacci, era tuttavia una nave pesante e poco manovrabile.

Equipped with broad square sails, topsails, topgallants and, at the end of its life with royals, it was nonetheless a heavy and hardly maneuverable ship.

sovereign3
Sovereign of the Seas
sovereign6
Sovereign of the Seas
sovereign-of-the-seas_13
Dettaglio dell’albero di mezzana – Detail of the mizzenmast

L’albero di mezzana era attrezzato con una grande vela latina, alla moda dell’epoca.

The mizzen mast was equipped with a large lateen sail, according to the use of the age.

sovereign-of-the-seas_8
Dettaglio del ponte superiore – Detail of the deck
sovereign-of-the-seas_9
Dettaglio dei ponti – Detail of the decks

I ponti erano ampi e poco scoscesi, diversamente che nei galeoni della generazione precedente. I cannoni di questo modello sono in legno di tiglio.

Unlike the manofwars of the previous generation, this ship had broad and not eccesively steep decks. The guns of this model are of maple wood.

sovereign-of-the-seas_15
Sovereign of the Seas, dettaglio dello specchio di poppa – Detail of the stern
sovereign5
Sovereign of the Seas

Lo specchio di poppa, con le cabine degli ufficiali, era sontuoso. La grande lanterna è composta dalla sovrapposizione di quattro elementi di balsa intagliata e dipinta, come le sei 6 cupole laterali e le lanterne di murata. Per rendere più evidente le sculture, vi ho applicato smalto nero diluito.

The stern-fasade was pompous. The great lantern consists of four elements of carved and painted balsawood, as well as the six couples and the bulwark-lanterns. To highlight the carvings I applied diluted black enamel.

La grande polena rappresenta un re a cavallo che calpesta i corpi di sovrani battuti.

The great figurehead represents a king on his horse stampeding the bodies of vanquished kings.

La Sovereign of the Seas fu una delle navi più riccamente decorate della Royal Navy.

The Sovereign of the Seas was one of the most sumptuously decorated ships of the Royal Navy.

Amerigo Vespucci (1931)

amerigo-vespucci_17
Amerigo Vespucci

Uno dei più eleganti velieri che ancora navighino, nave scuola della Marina Militare Italiana. Modello di 90 cm di lunghezza per 100 di altezza, realizzato senza scatola di montaggio con scafo in doppio fasciame di acero e noce, ponti di compensato rivestito con listelli di acero da 3 mm. Le decorazioni sono realizzate a mano con pasta di legno dipinta in oro. Per le 23 vele ho impiegato circa un metro quadro di stoffa di cotone.

One of the most elegant sailing-ships still in service, school-ship of the Italian Navy. This model of 90 cm in length and 100 in heigth, was built without construction-kit. Double planking in maple and walnut for the hull, the decks are made of plywood covered with 3 mm. planking. All decorations are handmade with wood-paste painted in gold. For its 23 sails I employed about one square-metre of cotton cloth.

amerigo-vespucci_8
Amerigo Vespucci
amerigo-vespucci_18
Amerigo Vespucci
amerigo-vespucci_4
Amerigo Vespucci
amerigo-vespucci_3
Amerigo Vespucci
amerigo-vespucci_12
Amerigo Vespucci

Thermopylae (1868)

thermopylae4
Thermopylae

Uno dei clipper più famosi, la Thermopylae era tra le imbarcazioni più veloci del periodo, capace di raggiunge in Inghilterra dall’India in 18 giorni. Questo modello, lungo circa 48 cm, è realizzato con doppio fasciame in noce, tiglio, acero e palissandro..

One of the most famous clippers, the Thermopylae featured among the fastest ships of her time. She could reach England from India in just 18 days. This model of 48 cm in length was built with walnut double planking, maple, lime and rosewood.

Completamente attrezzata, questa nave montava fino a 36 vele quadre, randa, fiocchi e scopamare, e poteva raggiungere la velocità di 15 nodi. Il modello è stato restaurato nel 2002.

Completely equipped, this ship mounted up to 36 square sails, mainsail, jibs and studding sails and could sail at the speed of 18 knots. This model was restored in 2002.

La Thermopylae era una nave agile ed elegante e come in tutti i clipper lo scafo era composito, cioè costruito in ordinate d’acciaio rivestite di legno di teak e rame, sotto la linea del galleggiamento, per proteggere il fasciame dai parassiti dei mari tropicali.

The Thermopylae was an agile and elegant ship and like in all clippers her hull was composite, i.e. built by steel ribs covered with teak planks and copper under the waterline, which protected the hull from the parasites of the tropical seas.

Lancia baleniera, XIX secolo – Whaling boat, 19th century

lancia
Lancia baleniera, XIX secolo – Whaling boat, 19th century

Modello in grande scala di una lancia baleniera del XIX secolo, lungo circa 67 cm, costruito con triplo fasciame in noce, acero e palissandro, con rifiniture e accessori in ottone.

Large scale model of a whaling boat of the nineteenth century, about 67 cm long and built with walnut triple-planking, maple, rosewood and brass decorations and accessories.

Le grandi dimensioni del modello permettono un’ottima cura dei dettagli. Ogni mastello con le cime dei ramponi – raccolte in spirale così come nella tradizione della baleneria – è costruito con listelli di 3mm. Lo scafo aperto permette di osservare la costruzione in triplo fasciame e le rifiniture fatte con legni differenti. Chi ha letto e amato il romanzo di Melville Moby Dick può osservare questo modello e sprofondarsi nelle più lunghe e curiose meditazioni metafisiche…

The large dimensions of this model permit to focus on the details. Each bucket, where the lines of the rampoons are collected in spiralling coils – according with the whaling tradition – is assembled with 3 mm. listels. The open hull permits to observe the triple planking and the finishings made by different kind of woods. Those who have read and loved Herman Melville’s Moby Dick will be able to observe this model and sink into the longest and most amazing mataphysical meditations…

Leggera, atta alla navigazione veloce e attrezzata con una vela latina, una lancia baleniera era in grado in inseguire la preda sia con il vento che con i remi. La lotta con il Leviatano su un simile guscio di noce era un’impresa epica.

Light, apt for quick navigation and equipped with one lateen sail, a whaling boat could chase her prey both by wind and oars. The struggle with the mighty Leviathan on such a nutshell was an epic endeavour.